sabato 28 luglio 2012

La politica è partecipazione


Creare occasioni di incontro e confronto è un impegno preciso che ho preso in campagna elettorale e una responsabilità a cui la politica non può sottrarsi.

Avantieri (giovedì 26 Luglio) io, Gabriella Esposito e Massimo Canu abbiamo organizzato un incontro con un gruppo di giovani per aggiornarli sulle attività del Consiglio Comunale e della Giunta nei primi trenta giorni dell'amministrazione Lubrano.
Come ho già scritto in post precedenti, con Massimo e Gabriella condivido da anni un percorso di formazione all’impegno sociale e politico nell’associazione un'Isola e ora anche il servizio nelle istituzioni della nostra città.

Quella di giovedì è stata un’occasione per rilanciare il metodo della partecipazione sperimentato in questi anni e permettere a quante più persone possibili, in particolare ai giovani, di appropriarsene, di informarsi e sentirsi protagonisti responsabili della vita della propria comunità.

Come sempre capita quando se ne dà loro l'opportunità, i giovani sono in grado di mettere in campo, con vivacità e naturalezza, idee e riflessioni che arricchiscono il confronto. È così è stato anche in questa occasione.

A chi svolge un servizio nelle istituzioni spetta la responsabilità di rendere conto dell’attività svolta e il dovere di recepire istanze e suggerimenti, con la prospettiva di studiare insieme i problemi, individuare soluzioni ed elaborare proposte.

L'incontro di avantieri non è stato un fatto straordinario, ma semplicemente l’esercizio della democrazia. 


Nessun commento:

Posta un commento